Page 2 of 5

Piazza Cinque Giornate, la piazza del Borleo

A piazza Cinque Giornate c’è un un leone. E’ il Borleo, che se ne sta sdraiato alla base del monumento di Giuseppe Grandi dedicato all’insurrezione dei milanesi contro…

Parole in piazza – Piazzale Loreto

Parole in piazza a piazzale Loreto? Piuttosto rumori, solo i rumori sordi delle “nuove bighe”, del “ferro contro ferro” sull’arena ottovolante circondata da brutti palazzi, come scrive Ferruccio…

Giorni di Liberazione#26 – Elio Andenna

Elio Andenna ci riceve nella sua bella casa di piazza De Angeli per raccontare i suoi ricordi dei Giorni di Liberazione di Milano. Ha 89 anni compiuti, è…

Piazzale Luigi Cadorna: parole in piazza

Piazzale Luigi Cadorna è uno dei principali nodi di traffico di Milano, forse il più importante. Sorge davanti alla stazione ferroviaria Cadorna, che collega la città con il…

MilanoPiazze#24: Piazza Carlo Erba

Piazza Carlo Erba di Milano è una piccola piazza appartata nel cuore di Città Studi. E’ dedicata alla memoria del grande farmacista ottocentesco Carlo Erba (1811-1888), nato a…

MilanoPiazze#23: piazza Carlo Stuparich

Piazza Carlo Stuparich di Milano non ha quasi nulla della piazza comunitaria e ha invece quasi tutto dell’anonimo piazzale spartitraffico di periferia. E’ dedicata alla memoria di uno…

Notre-Dame brûle, Paris brûle-t-il?

Notre-Dame brûle, Paris brûle-t-il? Victor Hugo Quasimodo et Esmeralda The Hunchback of Notre-Dame Chat Noir Moulin Rouge Belle Époque. René Clément Gary Grant-Audrey Hepburn-Charada Cimetière de Montmartre Rue…

Da “MilanoPiazze” al progetto “Parole in piazza”

La serie di ritratti video “MilanoPiazze” iniziata nel 2016 cambia nome e diventa “Parole in piazza”. Il progetto è svolto in collaborazione con l’Associazione Quarto Paesaggio con l’apporto…

MilanoPiazze#22 : piazza XXIV Maggio

Piazza XXIV Maggio è una delle piazze di Milano a maggiore densità monumentale. Nel centro della piazza sorge la Porta Ticinese, che traguarda Corso di Porta Ticinese e…

Giorni di Liberazione #25 – Ermanno Pozzoni

Ricordo che nel periodo della Liberazione, con l’incoscienza dei ragazzini, facevamo una gara di corsa dal portone del 13 al portone del 10 di via Parmigianino. Non sparavano…

Un tour in America con le telecamere di video sorveglianza

Il tour americano del titolo di questo articolo è un piccolo viaggio  virtuale nell’America di oggi attraverso le immagini delle telecamere di video sorveglianza di quel paese. La…

La mia lavanderia preferita

La mia lavanderia preferita non esiste, non sono mai entrato in una lavanderia pubblica a gettoni, che gli inglesi chiamano laundrette e gli americani laundromat. I nostri panni…

Giorni di Liberazione #24 – Paolo Tassi

Sono nato a Firenze ai primi di marzo del ‘40. I miei ricordi di guerra perciò non possono essere dei veri ricordi. Sono piuttosto dei flashes di immagini,…

Il cinema e le ombre: Ingmar Bergman

Se c’è un regista cinematografico che nelle sue opere ha utilizzato il potere plastico e modellante delle ombre, questo è senz’altro Ingmar Bergman (1918-2007). La messa in forma…

Giorni di Liberazione #23 – Maria Brambilla

Mi chiamo Brambilla Maria e sono nata a Milano in via Moncucco n. 30, il 14 maggio 1934. Purtroppo all’età di tre anni perdo mia mamma e perciò…

Letterina natalizia: Happy Christmas da Milano

Happy Christmas da Milano.  Scrivo questa letterina natalizia un po’ come se fosse la letterina per Babbo Natale che scrivevo da bambino. Ricordo che gli chiedevo sempre un…

MilanoPiazze #21: Piazza del Duomo legge Piazza del Duomo

Piazza del Duomo, con la sua splendida e antica cattedrale di marmo bianco, è di gran lunga il luogo più visto e fotografato (e oggi “selfizzato”) di Milano….

Luoghi dell’anima: il monte Ortobene di Nuoro

Il monte Ortobene è la montagna sacra di Nuoro, il luogo dell’anima dei nuoresi.

Le prime ombre del mattino sul comodino.

Ombre dell’abitare: la casa

Gli oggetti della casa producono le ombre dell’abitare intimo. Una casa è un regno d’ombre

Luoghi dell’anima: Asiago e il suo Altopiano

Altopiano di Asiago, 29 Ottobre 2018, il maltempo. Una tempesta d’inaudita violenza si abbatte sull’altopiano di Asiago. Trecentomila alberi vengono sradicati o spezzati dalla furia del vento.