Page 2 of 4

Giorni di Liberazione #24 – Paolo Tassi

Sono nato a Firenze ai primi di marzo del ‘40. I miei ricordi di guerra perciò non possono essere dei veri ricordi. Sono piuttosto dei flashes di immagini,…

Il cinema e le ombre: Ingmar Bergman

Se c’è un regista cinematografico che nelle sue opere ha utilizzato il potere plastico e modellante delle ombre, questo è senz’altro Ingmar Bergman (1918-2007). La messa in forma…

Giorni di Liberazione #23 – Maria Brambilla

Mi chiamo Brambilla Maria e sono nata a Milano in via Moncucco n. 30, il 14 maggio 1934. Purtroppo all’età di tre anni perdo mia mamma e perciò…

Letterina natalizia: Happy Christmas da Milano

Happy Christmas da Milano.  Scrivo questa letterina natalizia un po’ come se fosse la letterina per Babbo Natale che scrivevo da bambino. Ricordo che gli chiedevo sempre un…

MilanoPiazze #21: Piazza del Duomo legge Piazza del Duomo

Piazza del Duomo, con la sua splendida e antica cattedrale di marmo bianco, è di gran lunga il luogo più visto e fotografato (e oggi “selfizzato”) di Milano….

Luoghi dell’anima: il monte Ortobene di Nuoro

Il monte Ortobene è la montagna sacra di Nuoro, il luogo dell’anima dei nuoresi.

Le prime ombre del mattino sul comodino.

Ombre dell’abitare: la casa

Gli oggetti della casa producono le ombre dell’abitare intimo. Una casa è un regno d’ombre

Luoghi dell’anima: Asiago e il suo Altopiano

Altopiano di Asiago, 29 Ottobre 2018, il maltempo. Una tempesta d’inaudita violenza si abbatte sull’altopiano di Asiago. Trecentomila alberi vengono sradicati o spezzati dalla furia del vento.

Ombre dell’abitare: la strada

l mondo è una mescolanza intima e vitale di oscurità e luce. Ombra e luce non si oppongono l’una all’altra, ma si legano indissolubilmente tra loro.

Ricetta Milano: insieme senza muri

Ricetta Milano in due sensi. In senso alimentare, perchè Milano, con Expo 2015, ha posto la sfida di come sia possibile oggi nutrire il pianeta a partire da…

Nuovi paesaggi sonori: la lettura ad alta voce negli spazi pubblici

La lettura ad alta voce negli spazi pubblici sta diventando una pratica culturale sempre più diffusa e apprezzata.

Giorni di Liberazione #22 – Enrico Casati

Enrico Casati (1936) Mi chiamo Casati Enrico, sono nato a Varedo il 25 gennaio del ’36. I giorni della liberazione, a Paderno, mi ricordo di questi particolari.

Magie di Sardegna: la festa di Santa Maria e’ mare di Orosei

Che meraviglia essere qui il 27 di maggio e non a luglio-agosto, quando è tutto pieno di vacanzieri e automobili.

MilanoPiazze#20: il Cenacolo e la sua piazza di Santa Maria delle Grazie

Abito da quasi 35 anni a Milano  e non ho mai visto il Cenacolo vinciano conservato presso il convento domenicano della basilica di Santa Maria delle Grazie.

Maggio 68: dov’ero io?

Maggio 68. Sembra impossibile, 50 anni dopo, che nella storia del mondo contemporaneo possa esserci stato un momento come il Maggio 68 francese.

Cascina Molino Dorino di Milano: tra luogo e non luogo

Esattamente un anno fa, più o meno a questa stessa ora del pomeriggio, mi trovavo nei pressi della cascina di Molino Dorino, periferia nord ovest di Milano.

Jonas Mekas: il cinema della vita quotidiana

Jonas Mekas nasce nel 1922 in un villaggio agricolo della Lituania. Nel 1944 è internato, insieme al fratello Adolfas, in un campo di lavori forzati della Germania nazista….

Le fantastiche porte di Ernst Lubitsch

Nel cinema di Ernst Lubitsch le porte giocano un ruolo assolutamente fondamentale.

C’era una volta il flipper

Avevo vent’anni, giocavo a flipper. La biglia argentata rimbalzava tra passaggi, relè, buche, luci e segnali acustici, scivolando imponderabile come i nostri sogni.

Dagli alberi di città alla città degli alberi

Gli alberi di città sono soprattutto gli alberi che vivono lungo le strade, i viali, nelle piazze delle nostre città.