Fareluogo è un sito narrativo e soprattutto audiovisivo dedicato ai luoghi  che per una qualche ragione mi chiedono di essere raccontati. Luoghi e situazioni che aprono il mio sguardo, destano una curiosità, invitano all’osservazione. Ecco che allora mi fermo, guardo, scatto delle fotografie, giro dei video, registro dei suoni.

Sono i luoghi ordinari dello spazio pubblico ad interessarmi maggiormente: strade, case, piazze, fermate del bus, negozi. Possono essere anche oggetti che in qualche modo producono un senso di luogo o di micro luogo, come una panchina, una cabina telefonica, il portone di una casa, una lapide.

Fareluogo è anche un fare memoria, perchè il racconto del passato intreccia spesso il ricordo dei luoghi vissuti. Per questo motivo, il sito ospita un progetto speciale, Giorni di Liberazione, rivolto ai ricordi del 25 Aprile 1945.

Fareluogo guarda ogni luogo che incontra, anche il più umile e appartato, come se fosse il luogo più importante del mondo. Ciascun luogo è il teatro mutevole della vita quotidiana, fatto di relazioni, pratiche, memorie, storie e voci. Lo si può ammirare anche solo stando affacciati alla finestra di casa o seduti al tavolino di un caffè. Camminando lungo una strada, un sentiero, la riva del mare.

Per Fareluogo non esiste luogo che non sia meritevole di ascolti e immagini. Se vuoi aggiungere i tuoi luoghi a Fareluogo scrivi a sandro.lecca@fastwebnet.it.