Autore: Sandro LeccaPagina 1 di 7

Nuoro città di Grazia Deledda

“Nuoro città di Grazia Deledda” è la frase a caratteri cubitali stampata sulla gigantografia che campeggia in corrispondenza della rotonda d’ingresso, di solito molto trafficata, al capoluogo barbaricino.

Cinema e nuvole: la vita in movimento

Cinema e nuvole appaiono intrinsecamente legati da un tratto comune distintivo: il movimento.

Le ombre degli alberi sulle case

Le ombre degli alberi attirano spesso la mia attenzione mentre cammino per le strade della città. Mi piace fermarmi ad osservarle e, a volte, fotografarle.

Gli storni vanno a dormire sugli alberi in città

Gli storni arrivano puntualissimi, con il sole appena tramontato, poco prima che si accendano i lampioni dell’illuminazione stradale.

La liberazione di Livorno – Giorni di Liberazione #30

La liberazione di Livorno è la trentesima testimonianza del progetto Giorni di Liberazione. E’ resa da Mauro Persiani, oggi 94enne, all’epoca dei fatti narrati residente con la famiglia…

Su Pinu di Grazia Deledda: un nuovo parco a Nuoro

Su Pinu è la denominazione di una località della periferia sud di Nuoro, un isolato di case di ceto medio tra i quartieri di Badu ‘e Carros e…

Grazia Deledda e i muri di Santu Predu

Grazia Deledda è ancora oggi la prima e unica donna italiana ad aver ricevuto il Premio Nobel per la Letteratura.

Il cagnolino e il cinema documentario della lentezza

Il cagnolino zampetta ciondolante sul marciapiede. Si ferma per un istante all’ombra di una alberello, si volta appena verso di me quasi volesse invitarmi a seguirlo.

La memoria del mare: gli oggetti migranti

La memoria del mare è oggi soprattutto quella portata dagli oggetti persi dai migranti naufraghi, che il mare trattiene e restituisce ai nostri sguardi. 

Il Terzo paesaggio nel selvatico urbano

Il Terzo paesaggio è il paesaggio dei terreni abbandonati, degli incolti, degli spazi indecisi, che vengono occupati dalle diverse specie vegetali spontanee in perpetuo movimento.

Le erbe del silenzio: la città selvatica e i defunti

Le erbe del silenzio sono quelle che crescono spontaneamente nei luoghi della città dedicati al culto e alla memoria dei defunti.

Ferula: una pianta erbacea dei pascoli che vive anche in città.

Ferula è il nome di una pianta erbacea, del genere delle Ombrellifere, molto diffusa nel Mediterraneo, soprattutto in Puglia e in Sardegna.

L’erba in città: un percorso tra muri e case

L’erba in città abita spesso i luoghi dell’abitare umano, come ad esempio i muri e le case abbandonate. E’ in questi spazi che la vita vegetale incontra più…

La flora selvatica in città: una mappa visiva

La flora selvatica rappresenta una componente sempre più costitutiva del paesaggio urbano contemporaneo.

Selvatico urbano: una giornata di vento

Selvatico urbano è il nome del mio progetto di osservazione visiva della flora selvatica di città, che conosce un particolare rigoglio in questi tempi bui di Covid-19.

Buona Pasqua a tutti i pulcini del mondo

Buona Pasqua, c’è più luce e più tepore, in questi giorni, più erba e fiori, più voli di uccelli cinguettanti e lucertole sui muri. Più vita.

Jacques Tati e il mondo degli oggetti

Jacques Tati è uno dei grandi registi della storia del cinema, anche se oggi appare forse un po’ troppo dimenticato. Più di altri ha posto al centro dei…

Case abbandonate che crollano

Case abbandonate, case che crollano appena piove un pò più del solito e tira un forte vento.

DocuSmart, la realtà a portata di smartphone

DocuSmart è un corso rivolto a chi desidera utilizzare il proprio smartphone per la creazione di video documentari. Il laboratorio è promosso da LUTE Nuoro e inizierà, Covid…

L’ultimo trasloco della mia vita tra passato e futuro

L’ultimo trasloco della mia vita è avvenuto il 18 luglio di quest’anno, l’anno del virus, dello “stai a casa”. Me ne vado con mia moglie da Milano, dopo…